martedì 1 marzo 2016

Papaaaaaaaaaà!!!

Buongiorno a tutti voi e ben ritrovati!Non prevedo altre pause così lunghe (tre anni non sono pochi) ma l’unica mia certezza è che non intendo mollare il blog.
Saluto, innanzitutto, coloro che mi hanno scritto in privato per chiedermi cosa mi fosse accaduto; grazie di nuovo, gente, l'ho molto apprezzato.
A tutti gli altri, lo spiego velocemente con un'immagine esaustiva.


Ebbene sì, nell'estate del 2014 sono diventato papà!

(Oppure: “papaaaaaaaaaà!!!”, come urla la mi' pupetta quando vuole un bacino.)
Chiaramente, questo tipo di esperienza (ultrafaticosissima ma ineguagliabile) si nutre di tempi liberi come un pipistrello di zanzare ed ecco che per effettuare una buona ripopolazione bisogna aspettare il momento giusto.

Pensavo, con un ottimismo esagerato, che al momento in cui la cucciola fosse andata all'asilo nido, avrei avuto qualche possibilità ma non avevo tenuto presente le necessità di casa che chiaramente non posso e non voglio addossare tutte a mia moglie (nonostante la santa donna, di cui sono sempre più innamorato, spesso cerchi di fare tutto lei).
Infine, il lavoro non mi sta facendo molti sconti negli ultimi mesi e quindi eccomi qui, stamani, ad approfittare di uno stato di malattia (tosse, febbre, brividi, dolori vari, ecc…) per recuperare il rapporto con voi.
So che i blog stanno morendo, a favore di Facebook e altri social, ma ci sono affezionato a questo spazio e non intendo rinunciarvi tanto facilmente.
Certo, la mia presenza sarà decisamente scarsa, per un po' e probabilmente non avrò più il tempo di pubblicizzare le varie sagre in giro per i Castelli Romani come facevo prima ma considero un piccolo successo già il fatto di essere riuscito a rimostrare il mio brutto grugno in giro.
:)
Per il momento, per spezzare la monotonia di questo mio lunghissimo sproloquio, vorrei mettere la copertina di una storia breve che ho realizzato per “Fumetti Crudi 01” (Ott. 2011) e di cui vi avevo parlato qui: LINK


Nel prossimo periodo, farò seguire le tavole della storia in questione.
So cosa state pensando: “ah, furbetto, metti cose vecchie per prendere tempo, giusto?”.
Giusto.
Lo ammetto.
Non ho altra scelta, per ora.
A proposito… Anche la vignetta seguente è roba vecchia (di quando la piccola soffriva di colichette e il sottoscritto doveva stare in piedi per ore per riuscire ad addormentarla) ma visto che siamo in argomento…
:)


Detto tutto ciò, vi auguro una buonissima giornata e buon pranzo e vado a preparare lo stesso per la mia deliziosa mogliettina!

Un abbraccio
!
^__^


7 commenti:

Elena Grossini ha detto...

Bentornato1 E tanti auguri, papà ;)

Federico Distefano ha detto...

Ciao Ele!
:)
Bentrovata e grazie degli auguri. La pupa ha 18 mesi adesso ed è un fagottino di allegria e mocciolo che corre per casa, spingendo il secchio della spazzatura e cercando di prendere i libri di papà.
Bisogna avere pazieeeeeenza... ^^

Renato Stevanato ha detto...

Ben ritrovato, avevo fatto molte ipotesi sulla tua scomparsa dal web, ma mai mi sarei immaginato che questa tua assenza era dovuta alla tua voglia di riprodurti, se la piccola assomiglia al papà scommetto che quando fa il rigurgito crea già dei piccoli capolavori . Tanti auguri papààààààààà!!!!

Emanuele ha detto...

Anche se in ritardo causa tempi difficili :P , un "bentornato" da parte mia te lo becchi lo stesso :D

Felice della bella notizia e di rivederti in giro... e soprattutto che non ti sia fatto ammaliare anche tu da FB per condividere i tuoi lavori (ormai il mio feed reader è una landa desolata in fatto di blog di artisti vari... )


il fu Engelium (account grossomodo abbandonato)

Federico Distefano ha detto...

x Renato:
Beh, per esempio alita sui vetri e sugli specchi (per la gioia di mammà) e poi fa scarabocchi con le ditine grassocce...
:D
Ciao Renato e buonanotte!
P.S.= Tu hai prole?

x Emanuele:
Ehmmm...
In realtà, una pagina FB ce l'ho anche io ma la considero una cosa in più; almeno fino a che posso tenere duro col blog.
Ciao fu-Engelium, ti auguro che i tempi difficili siano definitivamente dietro le spalle!
:)

Renato Stevanato ha detto...

E' già un'artista! :-D
Ciao Fede!

Il Bambino che è dentro (ma anche fuori) di me mi vieta di avere figli, sarebbe solo una concorrenza in più.:-D

Federico Distefano ha detto...

x Renato:
Per il momento sta diventando un'artista del capriccio e noi stiamo trasformandoci in critici dello stesso.
E' dura...
é___è