giovedì 16 ottobre 2008

Code fantasma

Vi è mai capitato di trovare traffico pesante, su una qualsiasi strada a scorrimento veloce o autostrada e, una volta arrivati sul luogo dell'incidente, scoprire che la strada è sgombra e che tutta la coda che vi siete dovuti cibare a passo di lumaca era prodotta dai curiosi?
Le chiamano: "code fantasma".

Bene (per modo di dire).

Proprio stasera, sul Grande Raccordo Anulare nel lato interno, tra la Salaria e l'area di servizio Casilina, si è originato un bel "tappo" di macchine e camion che ha trasformato il mio ritorno a casa in una specie di odissea.
Un'ora ci ho messo, con lo scooter, per superare quel tratto!
Non oso neppure pensare, quanto possa averci messo un qualsiasi automobilista (svantaggiato, in questo caso, rispetto ad un motociclista) invischiato in quel metallico pantano...
E, chiaramente, la strada era libera e tutto quel traffico era generato dai soliti curiosi deficienti che rallentano per guardare morbosamente le disgrazie altrui.
A costoro, auguro (anche da parte dei poveretti incastrati in quel fiume di macchine) di ritrovarsi a loro volta impelagati nel traffico prodotto da qualche loro simile. Forse, poi, capiranno...

Lo so, il mio tono sembra polemico ma provate a ritrovarvi in una situazione del genere (magari quando avete fretta) e vedrete che vi scoprirete a pronunciare frasi anche peggiori.

Nessun commento: